Diventare parrucchiere: ecco come si fa!

parrucchiere lavoro

Diventare parrucchiere è il sogno di tantissimi giovani che desiderano poter entrare a lavorare nel mondo dello stile, mettendosi in proprio o alle dipendenze di un salone di hairstyle. Ma come è possibile diventare parrucchiere? Quale percorso è necessario compiere per poter realizzare questo obiettivo professionale?

Passione

Il primo requisito utile per cercare di diventare un bravo parrucchiere è la passione per i capelli, per la cura della persona, per lo stile, per la tendenza moda e per le acconciature. È quindi fondamentale cercare di appassionarsi al settore, aggiornarsi continuamente, leggere tanto e frequentare appuntamenti e seminari sul tema.

Rapporto con le persone

Il secondo requisito è quello della predisposizione ai rapporti interpersonali. Svolgendo il lavoro di parrucchiere ci si troverà in costante contatto con i clienti, e dai clienti occorrerà cercare di estrapolare quelle indicazioni utili per poter fare al meglio il proprio lavoro. Pertanto, sono fondamentali una buona empatia, e la capacità di entrare in sintonia con l’ambiente.

Formazione

Parrucchiere

Il terzo requisito è, naturalmente, quello della formazione. Per intraprendere la professione di parrucchiere sarà infatti sufficiente iscriversi a un corso di formazione professionale che possa istruire adeguatamente il professionista verso questo nuovo lavoro. I corsi non mancano di certo: consultando un centro per l’impiego, sarà possibile ottenere il calendario delle nuove attività in programma.

Il percorso formativo ha una durata ordinaria di tre anni, accompagnati da eventuali anni di specializzazione utili per poter finalizzare la propria preparazione in qualche specifico settore: è fortemente consigliabile procedere in tal senso, visto e considerato che molto spesso il successo di un buon parrucchiere è proprio rappresentato dalla possibilità di poter offrire al proprio cliente un valore aggiunto che possa distinguerlo dai concorrenti (ad esempio, potreste specializzarvi nelle colorazioni più moderne, o nell’applicazione delle extension capelli, e così via).

Ricordate altresì che al termine del periodo di formazione sarà necessario compiere degli stage e dei test scritti e di verifica, che permetteranno agli esaminatori di poter comprendere se il vostro livello di preparazione sia o meno sufficiente per avere il via libera alla professione.

Tutto qui? Non proprio. Il nostro consiglio è infatti quello di continuare a formarsi, anche dopo aver conseguito l’attestato, attraverso dei percorsi continui di aggiornamento sul taglio e sulla cura dei capelli.

Dipendenti o autonomi

Si giunge quindi al momento della grande scelta: lavorare come dipendenti presso un salone di bellezza, o avviare un lavoro autonomo? Di norma l’avvio della professione viene effettuato alle dipendenze di un altro parrucchiere, titolare di un salone. Dopo aver acquisito una ulteriore esperienza (e aver accumulato un po’ di quattrini) si potrà scegliere se avviare un locale tutto per sé.

La professione di parrucchiere può essere fortemente remunerativa se effettuata con passione, costanza e serietà. Di contro, può risultare un fallimento se il nostro livello di attenzione nei confronti del cliente non è sufficientemente elevato. Pertanto, prima di avviare una professione di parrucchiere val la pena cercare di sviluppare tutti i propri punti di forza, facendosi quindi trovare pienamente pronti all’appuntamento con le “chiome”.

via: www.capellistyle.it

Corso gratuito di web marketing a Lecce

web marketing

L’ASSRI – Azienda Speciale per i Servizi Reali alle Imprese della Camera di Commercio di Lecce ha pubblicato, il bando per l’ammissione al corso gratuito “Responsabile del marketing e delle strategie commerciali per la vendita online di prodotti e servizi web strategist”, un percorso formativo che – tra attività in aula e tirocinio – avrà una durata di 300 ore e che è finalizzata a preparare figure professionali in grado di svolgere varie attività correlate, dalla definizione del modello di e-business alla redazione del business plan, alla progettazione e sviluppo.

Possono candidarsi al bando coloro i quali sono in possesso di tutti i seguenti requisiti:

  • essere lavoratori con ammortizzatori, in mobilità o che hanno cessato un’attività imprenditoriale senza sostegno, disoccupati di lunga durata;
  • possesso di laurea in Informatica, Ingegneria Informatica o Gestionale, o in materie economiche, oppure in altre discipline unitamente alla frequenza di percorsi formativi o di specializzazione in ambito informatico o in marketing;
  • iscrizione ai Centri per l’Impiego della Provincia di Lecce;
  • possesso della Dichiarazione di Immediata Disponibilità.

Per potersi candidare c’è tempo fino al 20 settembre attraverso questa pagina.